domingo, 11 de septiembre de 2016

La lettura del santo Vangelo, Lunedi, 12 Settembre (clicca qui)


Lunedi, 12 settembre
Quotidiano Vangelo (Lc 7, 1-10): In quel tempo, quando Gesù ebbe finito di dirigere tutte queste parole al popolo, entrò Cafarnao. Era malato e per morire un servo di un centurione, molto piaciuto. Avendo sentito parlare di Gesù, in cui Egli ha mandato anziani dei Giudei, chiedendogli di venire e di salvare il suo servo. Questi, venuti a Gesù, pregò ripetutamente dicendo: "merita di essere aggiunto, perché ama il nostro popolo, e ci ha costruito una sinagoga."

Gesù andò con loro e, essendo ormai non lontano dalla casa, il centurione mandò alcuni amici a dire: "Signore, non preoccupatevi, perché io non son degno che tu entri sotto il mio tetto, in modo da non prendere in considerazione anche degno di uscire . per incontrare lo mandi parola, e non sia guarito il mio servo perché io, io sono un giovane, ho soldati sotto di me e dico a uno, 'go' ed egli va, ea un altro 'venire', e viene. e al mio servo: fa 'questo,' e lo fa. "

Gesù, udito questo, lo era ammirato, e si voltò e disse alla folla che lo seguiva, "Io vi dico, che neanche in Israele ho trovato una fede così grande." Quando gli inviati tornarono a casa, trovarono il servo sano.

  Parola di Dio!

  Condividiamo il fratello in Cristo, prete Santiago Zamora


   #sacerdotessinfronteras #padresantiagozamora #Evangelio #Catolico #Jesus
#Biblia #Cristo #Iglesia #cristianismo #jesusdenazaret #Ecumenismo #Eucaristia #comunidadabiertadesacerdotessinfronteras