sábado, 17 de septiembre de 2016

La lettura del santo Vangelo, Domenica 18 Settembre (clicca qui)


Domenica 18 Settembre
Vangelo del giorno (Lc 16, 1-13): In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: C'era un uomo ricco che aveva un manager è stato accusato a lui di sperperare i suoi averi; ha chiamato e ha detto: Quello che mi sento dire di te? Conto della vostra amministrazione, perché non è più possibile continuare a gestire. l'amministratore disse tra sé: Che farò, perché il mio signore toglie da me l'amministrazione? Dig, non posso; a mendicare, mi vergogno. Io so quello che farò, in modo che quando viene rimosso dall'amministrazione me ricevere nelle loro case.

  E chiamare uno ad uno per i debitori del suo padrone, disse al primo: Quanto devi al mio padrone?. Mi ha risposto Cento barili d'olio. Ha detto, Prendi la tua ricevuta, siediti subito e scrivi subito cinquanta. Poi disse a un altro: Tu quanto devi? Rispose: Cento carichi di grano. Gli disse: Prendi la tua ricevuta e scrivi ottanta.

  Il padrone lodò disonesto per la sua astuzia, per i figli di questo mondo sono più prudenti con loro generazione dei figli della luce. Dico a voi stessi amici con la disonesta ricchezza, perché quand'essa verrà a mancare, vi accolgano nelle dimore eterne. Chi è fedele nel poco, è anche nel molto; e chi è ingiusto nel poco, è anche nel molto. Se dunque non siete stati fedeli nella disonesta ricchezza, chi affidare le vere ricchezze? E se non siete stati fedeli con ciò che appartiene ad un altro, che vi darà ciò che è tuo? Nessun servo può servire a due padroni: o odierà l'uno e amerà l'altro; oppure si terrà a uno e disprezzerà l'altro. Non potete servire a Dio ea mammona.

  Parola di Dio!

  Condividiamo il fratello in Cristo, prete Santiago Zamora




#padresantiagozamora #sacerdotessinfronteras #evangelio #iglesia #jesusdenazaret #cristianismo #comunidadabiertadesacerdotessinfronteras #ecumenismo