jueves, 17 de marzo de 2016

La lettura del santo Vangelo, Venerdì 18 marzo (clicca qui)


 Venerdì, 18 marzo
 Vangelo del giorno (Gv 10, 31-42): In quel tempo, gli ebrei ancora una volta ha portato pietre per lapidarlo. Gesù disse: "molte opere buone da Padre l'ho mostrato. Per quale di queste opere mi volete lapidare? ". Gli risposero i Giudei: "Noi non ti pietra per un buon lavoro, ma per la bestemmia e perché tu, che sei uomo, ti fai Dio". Gesù rispose loro: «Non è forse scritto nella vostra Legge: 'Ho detto che siete dei'? Se si chiama dèi coloro che egli ha affrontato la Parola di Dio, e non può non il Scritture- colui che il Padre ha consacrato e mandato nel mondo, come si dovrebbe dire che bestemmia, perché ho detto: 'Io sono il figlio di Dio '? Se non faccio le opere del Padre mio, non mi crede; ma se lo faccio, anche se non credete a me, credete alle opere, e, quindi, conoscere e capire che il Padre è in me e io in lui. " Anche in questo caso volevano arrestarlo, ma lui fuggiti dalle loro mani. Tornò là del Giordano, nel luogo dove Giovanni era stata battezza, e vi rimase. Molti vennero a lui e disse: "John ha fatto nessun segno, ma tutto quello che Giovanni ha detto di costui era vero". E molti credettero in lui.

  Condividiamo il fratello in Cristo, prete Santiago Zamora  

 #sacerdotessinfronteras #padresantiagozamora #evangelio #diario #cristo #jesus #biblia #cristianismo