jueves, 10 de marzo de 2016

La lettura del santo Vangelo, Venerdì 11 marzo (clicca qui)


 Venerdì 11 marzo
 Vangelo del giorno (Gv 7 1-2.10.14.25-30): A quel tempo, era in Galilea, e non poteva andare per la Giudea, perché i Giudei cercavano di ucciderlo. la festa ebraica dei Tabernacoli si stava avvicinando. Dopo che i suoi fratelli erano andati alla festa, poi andò anche lui, non apertamente, ma in incognito.

E 'mediata e la festa, Gesù salì al tempio e si mise a insegnare. Hanno detto che alcuni di quelli di Gerusalemme: «Non è quello che vogliono uccidere? Vedere come si parla apertamente e non dicono niente. Può essere che le autorità in realtà questo è il Cristo? Ma sappiamo dove questo è, mentre quando Cristo verrà, nessuno saprà dove si trova. " Piante, poi, Gesù insegnò nel tempio e dicendo: "Tu mi conosci e sai dove sono. Ma io non sono venuto da solo; ma chi mi ha inviato è vero; ma non lo sai. Io lo conosco, perché vengo da lui ed egli è colui che mi ha mandato. " Volevano, poi arrestarlo, ma nessuno gli mise le mani perché non aveva ancora raggiunto il suo momento.

  Condividiamo il fratello in Cristo, padre Santiago Zamora

 #sacerdotessinfronteras #padresantiagozamora #evangelio #diario #cristo #jesus #biblia #cristianismo