martes, 22 de marzo de 2016

La lettura del santo Vangelo, Mercoledì 23 marzo (clicca qui)


 Mercoledì 23 marzo
 Vangelo del giorno (Mt 26, 14-25): In quel tempo, uno dei Dodici, chiamato Giuda Iscariota, andò dai sommi sacerdoti e disse: "Che mi volete dare, e io li consegnare '?. Lo hanno pagato trenta monete d'argento. E da quel momento cercava l'occasione propizia per consegnarlo.

Il primo giorno degli Azzimi, i discepoli si avvicinarono a Gesù e gli disse: «Dove vuoi che noi di fare i preparativi per mangiare la Pasqua?». Egli disse: "Andate in città, da un tale, e ditegli: 'Il Maestro dice: Il mio tempo è vicino; a casa mi celebrare la Pasqua con i miei discepoli. ' " I discepoli fecero come aveva loro ordinato Gesù e prepararono la Pasqua.

Al crepuscolo, si trovava a tavola con i Dodici. E mentre mangiavano, disse: "Io vi dico, uno di voi mi tradirà". Molto rattristati, cominciarono a dirgli ad uno ad uno, "Sono forse io, Signore?". Egli rispose: "che ha intinto con me la mano nel piatto, quello mi tradirà. Il Figlio dell'uomo se ne va, come è scritto di lui, ma guai a quell'uomo dal quale il Figlio dell'uomo è tradito! Su di esso per quell'uomo che non fosse mai nato. " Poi chiese a Giuda, che avrebbe dato: "Am I, il rabbino?». Gli disse: "Sì, l'hai detto."

  Condividiamo il fratello in Cristo, prete Santiago Zamora 
 #diario #padresantiagozamora #evangelio #sacerdotessinfronteras #jesus #cristo #iglesia #biblia #cristianismo