viernes, 20 de noviembre de 2015

Vangelo leggere oggi, Sabato 21 novembre (clicca qui)


  Sabato 21 novembre
  Vangelo del giorno (Luca 20, 27-40): In quel tempo, Gesù si avvicina alcuni sadducei, quelli che dicono che non c'è risurrezione, gli chiese: "Maestro, Mosè scrisse che se il fratello di un uomo muore, lui era sposato e non aveva figli, il fratello ne prenda la moglie e dia una discendenza al fratello. C'erano sette fratelli; il primo prese moglie, morì senza figli; e prese il secondo, poi il terzo; allo stesso modo il sette anche morì senza figli. Infine, anche la donna morì. Questo, dunque, di chi di loro sarà donne nella risurrezione? Per tutti e sette l'hanno dovuto moglie. "

Gesù disse: "I figli di questo mondo prendono moglie e mariti; ma quelli che sono giudicati degni di un posto nel mondo e della risurrezione dai morti, non prendono moglie né marito; né possono morire, perché sono uguali agli angeli e sono figli di Dio, essendo figli della risurrezione. Ora che i morti risorgono, lo ha indicato anche Mosè nel roveto, quando chiama il Signore: Dio di Abramo, il Dio di Isacco, il Dio di Giacobbe. Non è un Dio dei morti, ma dei vivi, perché tutti vivono per lui ".

Alcuni degli scribi dissero: "Maestro, hai parlato bene". Hanno osato più di chiedergli nulla.

  Condividiamo il vostro fratello in Cristo, Prete Santiago

  #sacerdotessinfronteras #padresantiagozamora