jueves, 5 de noviembre de 2015

La lettura del Vangelo, Venerdì 6 novembre (clicca qui)


  Venerdì 6 novembre
  Vangelo (Lc 16, 1-8): In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «C'era un uomo ricco che aveva un manager è stato accusato a lui di sperperare i suoi beni; ha chiamato e ha detto, 'Che cosa mi sento dire di te? Conto della tua gestione, per non è più possibile continuare a gestire '. L'amministratore disse tra sé: 'Che farò, perché il mio signore toglie da me l'amministrazione? Dig, non posso; a mendicare, mi vergogno. Io so quello che farò, in modo che quando viene rimosso dall'amministrazione me ricevono nelle loro case. '

"E chiama uno ad uno i debitori del suo signore, ha detto il primo, 'Quanto devi al mio padrone?'. Ha detto: 'Cento barili d'olio.' Egli disse: 'Prendi la tua ricevuta, siediti subito e scrivi subito cinquanta.' Poi ha chiesto un altro, 'quanto devi?'. Egli rispose: 'Cento misure di grano.' Gli disse: 'Prendi la tua ricevuta e scrivi ottanta.'

"Il padrone lodò disonesto per la sua astuzia, per i figli di questo mondo sono più saggi nella loro generazione dei figli della luce".

  Condividiamo il vostro fratello in Cristo, Prete Santiago