miércoles, 24 de junio de 2015

La lettura del Vangelo, Giovedi 25 giugno (clicca qui)


Giorno liturgico: Giovedi 25 Giugno
 Vangelo (Mt 7, 21-29): In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non chiunque mi dice: 'Signore, Signore', entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del il mio Padre celeste. Molti mi diranno in quel giorno: 'Signore, Signore, non abbiamo noi profetato nel tuo nome e nel tuo nome scacciare i demoni, e in nome tuo molte opere potenti?'. E allora io dichiarerò loro: 'Non vi ho mai conosciuti; Allontanatevi da me, malfattori! '.

"Allora chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica è simile a un uomo saggio che ha costruito la sua casa sulla roccia: Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa; ma lei non cadde, perché era fondata sulla roccia. Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica è simile a un uomo stolto che ha costruito la sua casa sulla sabbia: Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa e cadde, e grande era il rovina ".

E avvenne che, quando Gesù ebbe finito queste parole, le persone erano stupiti del suo insegnamento; egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come i loro scribi.

  Vostro fratello in Cristo, padre Santiago